martedì 5 aprile 2011

Palazzo Grazioli è un covo di escort!


Non mi sto certo riferendo al vero Palazzo Grazioli, ma al sito www.palazzograzioli.com. Il proprietario (tal Mario Alessandro Sfienti, secondo il WhoIs) si è a quanto pare accorto che il sito non risultava registrato, una mancanza incredibile al giorno d'oggi in cui si registrano tutti i nomi e acronimi possibili ed immaginabili, e ne ha approfittato, il 22 Febbraio scorso, molto probabilmente per concludere una lucrosa vendita. Tanto di cappello.
Notevole anche il modo che è stato scelto per farsi pubblicità, al posto di un banale "dominio in vendita" ha infatti pensato di mettere online un sito di incontri hard.

Un modo a dir poco delizioso per far parlare di se!.
Inutile dire che questo ci mostra sempre più quanto questa classe politica sia del tutto inadeguata  (non parlo di destra o sinistra ma dei politici in generale) a capire il multiforme mondo del web. Loro troppo vecchi e il web in evoluzione troppo rapida.
Del resto cosa aspettarci da persone che considerano il digitale terrestre come il futuro quando gran parte di coloro che dovrebbero nei prossimi anni diventarne fruitori sfruttano lo streaming?
Un applauso o Mario ed un augurio di vendere il dominio ad un prezzo altissimo, se lo merita per la prontezza di riflessi nell'acquistarlo e l'eccellente metodo di marketing adottato per metterlo sul mercato.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi