venerdì 29 luglio 2011

E' tempo di pagelle. Chi boccia sarà espulso.

Me vuole casa o anche solo banana!
Non bastava il governo omofobo, stavolta vogliono anche dimostrare tutto il loro razzismo. Dopo la patente a punti, la poveri-card ecco arrivare la pagella a punti per la cittadinanza italiana.

Da oggi è infatti effettiva la norma del pacchetto Maroni del 2009 che mira a responsabilizzare gli immigrati. Avremo quindi immigrati che "dovranno imparare come funzionano il Parlamento e il governo, cosa dice la Costituzione, come si usa un congiuntivo, quali sono le regole civiche del nostro paese", mentre i politici e gli altri italiani potranno tranquillamente infischiarsene della costituzione e della bandiera (che ci abbiano giurato sopra o meno), continuare ad inneggiare alla purezza della lingua lumbard ed alle origini celtiche (ed al tempo stesso cristiane) della leghistica schiatta... la coerenza di questo governo è qualcosa di esemplare. Un po' come se un pedofilo puttaniere volesse promuovere e partecipare al family day... aspetta, ora che ci penso forse capisco meglio la situazione.

4 commenti:

  1. È bello parlare in modo diverso della stessa cosa...
    http://notiziedelfuturo.blogspot.com/2011/07/patente-da-vero-italiano.html

    Anche per questo ti sostengo...

    RispondiElimina
  2. E per loro, perché non istituire la stessa pagella? Dopotutto, è risaputo che negli "onorevoli emicicli" l'italiano è quasi dato per bandito...

    RispondiElimina
  3. quando si parla di politici italiani "bandito" è la parola giusta :)

    RispondiElimina
  4. Ed i banditi rubano... nonostante ciò, anche di domenica, vengo a darti il mio "sostegno"...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi