mercoledì 27 luglio 2011

La libertà di odiare

Discriminiamo le minoranze perché le maggioranze non si sentano discriminate
La legge contro l'omofobia è stata nuovamente affossata. Cosa c'è di strano? ci credeva qualcuno? vi ricordo che siamo nello Stato del Vaticano non in Italia. Quindi di cosa stupirsi?

Una legge che protegga l'abominio dell'omosessualità non è solo contro la costituzione ma anche contro la natura, la morale, il pubblico sentire ed è opera delle maledette lobby omosessuali se per puro caso è entrata nel Trattato di Lisbona (accolto anche dall'Italia, ma si sa, è come con le case, lo ha accolto qualcun altro all'insaputa del governo).

Quale è il problema di questa legge? che in VatItalia si vogliono discriminare gli omosessuali, gli immigrati, i poveri e tutte le altre minoranze (anche se tra poco i poveri non lo saranno più), perché vogliamo il "diverso" da odiare, qualcuno su cui sfogarci, qualcuno da poter menare senza rischiare ed anzi sentendoci un po' in missione per conto di dio.

Cosa dobbiamo aspettarci in un paese che vorrebbe gli omosessuali chiusi in casa a commettere le loro nefandezze dove nessuno li può vedere, salvo recarvisi con il favore delle tenebre per ottenere un po' di sano sollazzo anale che rinfranchi dalle pesantezze della vita coniugale.

Ed i servi del Vaticano fanno di tutto per non perdere quell'incredibile capacità di voto e consenso che la chiesa di Roma è in grado di muovere.

Un'altra triste pagina della storia di questo disgraziato paese è stata scritta ed a poco servirà riproporla fino a che saremo schiavi di un paese straniero.

Verrebbe voglia di arrendersi ma ... non lo faremo

Invito tutti i blogger ad aggiungere un banner come questo nei loro blog, se non vi piace cercate stop omofobia su google e ne trovate quanti ne volete. A me questo sembra molto incisivo.


O in versione banner laterale


Facciamoci sentire! non arrendiamoci!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi