martedì 12 luglio 2011

Vaticano vs l'ONU - I diritti gay non sono diritti umani

Ed ora il vaticano attacca l'ONU, i diritti gay non sono diritti umani
Ricordate la buona notizia del giugno scorso? Risoluzione ONU: “nessuna discriminazione basata sull’orientamento sessuale” (UARR).  

Il vaticano fa sapere tramite il Il capo delegazione dello Stato, monsignor Silvano Tomasi che la risoluzione  "è l'inizio di un percorso internazionale che mira alla limitazione della libertà di espressione dei leader religiosi sul tema"e continua delirante "Con questa risoluzione i paesi potrebbero trovare giustificazione per equiparare i matrimoni gay e le unioni civili alle unioni tra uomo e donna". E questo sarebbe solo "il primo passo per arrivare a legalizzare anche le adozioni ed introdurre un'educazione sessuale in contrasto con i valori cristiani". "I termini 'orientamento sessuale' e 'identità di genere' - inoltre - non sono definiti dalla legislazione internazionale proprio perché non sono comportamenti esteriori ma sentimenti e pensieri e quindi non possono essere soggetti a leggi puntive"

Bene... facciamo un bel respiro... un altro... ecco... sono calmo...saprò non essere offensivo...

MAVAFFANCULO
te e gli tutti gli altri omofobi di merda

ecco, sono soddisfatto, sono riuscito ad essere più calmo e pacato di quanto mi sarei aspettato. In fondo, cosa direste a qualcuno che nega i diritti degli altri per affermare il proprio diritto di discrimanare, offendere e causare sofferenze negli altri?

3 commenti:

  1. Niente di nuovo sotto il sole... dobbiamo solo preoccuparci di denunciare costantemente le discriminazioni...

    Ovviamente contribuisco al tuo blog, con qualche clic in giro su qualche banner...

    RispondiElimina
  2. Lo dico da diretto interessato. Questa della libertà di espressione è una bufala, perché nessuno vuole limitare la loro possibilità di dire la loro su ciò che, in base alle loro convinzioni, è giusto o sbagliato. È che la Chiesa è sempre troppo preoccupata di cosa succede in politica e nelle aule dei vari Parlamenti, invece di badare alle anime che, quotidianamente, perde e non se ne rende conto. La gente è - giustamente - stufa di una Chiesa che gioca a fare la diva e poco le cose concrete, senza contare che molti "seguaci" non condividono affatto le loro posizioni estremiste su alcuni temi, quali l'omosessualità. Dopotutto, un essere perfetto ed onnipotente come Dio potrebbe mai "sbagliare" nel creare suoi figli "contro natura"? Andiamo, questa sì che è apostasia.

    RispondiElimina
  3. una volta ero solito trattare con ironia questi imbecilli, adesso mi unisco al tuo vaffanculo con grande soddisfazione, e notevole risparmio di tempo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi