mercoledì 5 ottobre 2011

Non si caga dove si mangia... l'arroganza del potere

Equitalia - come al solito quelli che rimangono fregati sono gli onesti...


Equitalia torna all'assalto. Lo stato ha bisogno di far soldi ed è quindi tempo di far cassa, costi quel che costi. 

Sanno bene che moltissimi imprenditori sono alla canna del gas, e sto parlando di quelli onesti che pagano le tasse prima che qualcuno pensi ai soliti furbetti. La crisi economica, che il nostro governo non ha mai riconosciuto fino a che non era troppo tardi, ha colpito in modo estremamente semplice. 

Ci sono pochi soldi? smetto di comprare. Quindi le aziende smettono di vendere, specialmente i servizi. E' un circolo vizioso, le aziende non hanno soldi quindi non investono, non innovano ed escono dal mercato. La prima cosa che l'azienda smette di pagare sono le tasse, del resto c'è sempre modo di rateizzarle. Poi va a chiedere un fido in banca. Ormai la crisi ha eroso i risparmi dei cittadini, il pubblico ha smesso di pagare arrivando all'assurdo di avere aziende che non possono essere pagate dai comuni perché non pagano le tasse, ma non possono pagare le tasse se non pagano il comune. E le banche che potrebbero risolvere l'impasse (basta un anticipo fattura anche per pochi giorni) non lo fanno perché la piccola azienda non ha abbastanza solidità (a meno che il proprietario non abbia una casa da usare come garanzia).

Ed in questa situazione che fa Equitalia? cambia le carte in tavola e passa celermente alla riscossione del dovuto. Ma qui non si parla di evasori, si parla di persone che le tasse le vogliono pagare, semplicemente non ce la fanno.

Ma Equitalia ed il governo hanno bisogno di soldi e non si rendono conto che stanno cagando nel piatto in cui mangiano. Se una società chiude quell'imprenditore ed i suoi dipendenti non pagheranno più tasse perché non lavoreranno! ma che cavolo, andate a cercare i veri evasori piuttosto, e con quanto recuperato date un po' di fiato alle imprese che ancora non hanno delocalizzato.

Non ci vuole certo un genio della finanza creativa per pensarci no ?


Questo è un post di: .

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi