lunedì 17 ottobre 2011

Sono una vittima dell'amore

Non puoi romperti... quando sei già a pezzi
 
Un altro adolescente suicida, un altro ragazzino omosessuale che non ce l'ha fatta ad affrontare il mondo. Questo il messaggio che Jamie Hubley ha lasciato sul suo vlog ("You can't break... when you're already broken") traduco a braccio, perdonatemi eventuali errori:
Sono una vittima d'amore
Sono veramente stanco della vita. E' così difficile, mi dispiace, non ce la faccio più.
In primo luogo vorrei ricordare i miei amici Nancym Abby, Colleen, jemma e Kasia.
E' triste essere tristi :/. Lo sono stato per troppo a lungo. Non sopporto la scuola. Non sopporto la terra. Non sopporto la società. Non sopporto le cicatrici sulle mie braccia. Cazzo non sopporto nessuna cazzo di cosa.
Non voglio che i miei genitori pensino che sia colpa loro... Amo la mia mamma e il mio papà :) è solo troppo difficile. Non voglio aspettare altri 3 anni, fa troppo male. Come fate a sapere che andrà meglio? non lo fa.
Ho toccato questo fottuto fondo, sono caduto attraverso in una fessura, e ora sono bloccato.
I miei cantanti favoriti erano lady gaga, Adele, Katy perry, and Jessie james, Christina aguilara e più di tutti credo che AMAVO Cantare KASIA!!! , e lei mi ha aiutato molto :) Anche se non sono così bravo a farlo :''/, mi mancherete ragazzi.
(sapete chi siete, Ma a quelli a cui non piacevo (tanti) un grande fanculo. Non mi interessa quel che farete. Ma vi voglio bene comunque.)
Ricordatemi come un Unicorno :3 x) Forse nella mia prossima vita sarò uno scoiattolo volante :D
Volerò via

Mi sono venute le lacrime agli occhi mentre traducevo questa lettera d'addio, affidata ad un vlog, un ultimo spazio da considerare sicuro in un mondo che ti rifiuta. 

Ma non riesco ad essere pieno di tristezza, non riesco nemmeno ad urlare di rabbia, vorrei solo sbattere la testa contro il muro a voi bastardi che godete, sicuri della vostra assurda verità, nel distruggere la vita delle persone in nome di una normalità di cui non avete nemmeno idea. Voi che siete tanto superbi da ritenervi nel diritto di guidare la vita degli altri, o di renderla un inferno tronfi della vostra omologazione, non vi rendete conto del male che fate? di quanti Jamie state facendo soffrire per questo vostro perverso desiderio di ... cosa, potere? sicurezza? controllo? 

E' in momenti come questi  che spero che esista un Dio, e che non sia benevolo ma iroso e vendicativo, che vi presenti il conto del dolore che provocate, della corruzione che vi ha divorato il cuore. 

Prego che esista, e che sappia farvi pagare quello per cui, su questa terra, non sarete mai chiamati a rispondere.

Questo è un post di: .

7 commenti:

  1. Queste sono quelle notizie che ti rendono tristi e ti fanno capire che quello che fai per sdoganare l'omosessualità è ancora poco, ma allo stesso tempo ti fanno anche capire che non bisogna arrendersi per non far passare nel silenzio queste tristi morti

    RispondiElimina
  2. Tanta tristezza... ogni volta pero' che leggo di un suicidio non penso tanto alle cause (sempre terribili), ma alla mancata soluzione:
    forse gli sarebbe bastato qualcuno vicino.
    Non so.

    Se serve, ho trovato questo:
    http://www.urbandictionary.com/define.php?term=Go%20ride%20on%20the%20head%20of%20a%20unicorn%20to%20hell

    RispondiElimina
  3. grazie mille jack :) non avevo pensato fosse slang

    RispondiElimina
  4. Allo scoiattolo volante

    Signori benpensanti
    spero non vi dispiaccia
    se in cielo, in mezzo ai Santi
    Dio, fra le sue braccia
    soffocherà il singhiozzo
    di quelle labbra smorte
    che all'odio e all'ignoranza
    preferirono la morte.

    Dio di misericordia
    il tuo bel Paradiso
    lo hai fatto soprattutto
    per chi non ha sorriso
    per quelli che han vissuto
    con la coscienza pura
    l'inferno esiste solo
    per chi ne ha paura.

    RispondiElimina
  5. bellissimo commento antonio! grazie

    RispondiElimina
  6. è un tema che mi tocca da vicino e mi colpisce con forza.

    RispondiElimina
  7. Quando accadono queste cose la società perde. A prescindere dai perché. Un ragazzo non può non vedere una speranza.
    Chi è causa di tutto questo pagherà, non credo in Dio ma ci deve essere equilibrio.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi