venerdì 18 novembre 2011

Padre di famiglia ricoverato con un limone nell'ano

Aveva cosa? dove ?

Scusata il post atipico ma... quando ho letto questa notizia (non so da che giornale ne di quando ma credo sia un ritaglio di giornale vero) non ho potuto che condividerla immediatamente!


un post sotto le righe...
evito qualsiasi commento o strumentalizzazione... voglio solo farvi notare questa perla:

"Ero solo, quel limone non so proprio come abbia fatto a finirmi dentro"

Inutile dire altro? credo che questi due stupendi spezzoni dal telefilm Scrubs siano perfetti per la situazione

Scrubs - ci sono caduto sopra!

Scrubs - un colon con un'idea geniale

Questo è un post di: .

4 commenti:

  1. Ma è risaputo che esistono i famigerati limoni mannari che violentano i padri di famiglia quando sono soli.

    RispondiElimina
  2. Che poi il limone stringe pure, per farlo "evacuare" ci avrà messo una vita, poverino!

    RispondiElimina
  3. A me sembra la classica bufala che ogni tanto serve ai quotidiani locali per dare un po' di pepe e provare a vendere qualche copia in più.
    Ho un'amica che lavora in ospedale che mi assicura che, a meno che uno non lo voglia espressamente, certe "notizie" non possono uscire dai reparti, perchè con la privacy si rischia grosso.
    Se fosse vero, perchè il tipo non fa causa all'ospedale, avrebbe ottime probabilità di vincere e non si parla di pochi soldi; inoltre mi sembra strano che se sei nella villa di un tuo amico e hai bisogno del pronto soccorso chiami tua figlia. Anche le radiografie che di solito sono esibite come prova (non in questo caso) sono facili da fare, sono scherzi fatti dagli infermieri di radiologia, basta che ti fai una lastra con una bottiglia appoggiata sull'addome che sembra tu ce l'abbia dentro.
    Non dico che siano cose che non capitino mai in assoluto, ma nella maggior parte dei casi sono leggende metropolitane, e questo sembra proprio il caso.

    RispondiElimina
  4. Ahahah .. la scena comunque è splendida se ci si vuol ridere!

    Una cosa che ormai noto con rassegnazione è l'uso di aggettivi come "irreprensibile".
    E' solo un aggettivo per carità. Ma stranamente in questi contesti si porta sempre dietro un sacco di parentesi (avete visto, chi l'avrebbe mai detto, era uno a posto e invece è un pervertito).

    Leggasi: Avere un limone nel culo non lo rende più un irreprensbile.

    Eeh beh.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi