martedì 13 dicembre 2011

Diciannove anni, omosessuale, ritrovato carbonizzato e decapitato. Ma non è un crimine d'odio.

Jorge Steven Lopez, 19 anni
Puerto Rico - 14 Novembre 2011, il corpo di Jorge Steven Lopez,diciannove anni,  omosessuale, è stato trovato parzialmente carbonizzato e decapitato. Ma per lo stato non è un crimine d'odio.

La notizia non sarebbe naturalmente arrivata al grande pubblico se Ricky Martin non l'avesse twittata sul suo profilo. In pratica al cantante, originario del Porto Rico, non è andata giù la decisione del governo portoricano  di escludere dai crimini d’odio i casi di omicidi e violenze contro i cittadini gay (ed in generale contro quelli contro cittadini Lgbt). 

Come nota a margine il commento dell'investigatore Angel Rodriguez sul caso è stato "le persone che abbracciano questo stile di vita devono stare attente a quello che accadrà". Fortunatamente  il Dipartimento di Polizia locale  lo ha rimosso dal caso.

Naturalmente è prevista un'impennata dei crimini di questo tipo ora che "non sono così gravi".

Dovrebbero pensarci bene i paladini, anche nostrani, della legalità  a tirare fuori frasi del tipo "esiste già una legislazione in merito", "non c'è motivo di legiferare su questo punto" (ed incidentalmente evitare di dare noia alla chiesa magari). 

In linea di principio è giusto, tutte le vittime sono uguali, il problema è che il messaggio che comunemente passa è che "non c'è aggravante quindi il reato, tutto sommato, non è poi così grave". 

Quindi si ottiene l'effetto opposto... oppure... ora che mi ci fate pensare... sarà mica l'effetto voluto?

fonte notizia e immagini: GayWave

Questo è un post di: .

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi