mercoledì 21 dicembre 2011

Il vero virus è la paura

Caleranno nuovamente le vendite del pollo?
Leggo in un articolo sul Fatto Quotidiano che il National Science Advisory Board for Biosecurity ha chiesto a Science e Nature, le due più importanti riviste in campo scientifico, di non divulgare dettagli sull'esperimento riguardante una variante (ben 5 secondo alcuni articoli che ho trovato sul web) dell'H5N1 (l'influenza aviaria) ad alta trasmissibilità effettuato da due gruppi di ricercatori. Secondo Washington infatti c'è il rischio di regalare informazioni a potenziali bioterroristi

Naturalmente le testate replicano che la cosa è solo "inutile e dannosa" infatti divulgare queste informazioni permetterebbe ad altri gruppi di ricerca di studiare la mutazione ed approntare quanto necessario per la produzione di un vaccino o di una cura, cosa che si rivelerebbe utilissima dato che il virus ha dimostrato (sui furetti da laboratorio, che a quanto pare rispondono all'influenza in modo molto simile agli esseri umani) una velocità di trasmissione estremamente rapida.

Senza contare che diversi ricercatori hanno già potuto visionare i risultati degli studi, per esempio quelli che lavorano devono valutare la qualità delle ricerche. Richard Ebright della Rutgers University ha dichiarato a Nature “a questo punto è completamente futile discutere di restrizioni alla pubblicazione di queste informazioni”.


Non sono un chimico ne un medico ma quello che mi chiedo è il perché di questa necessità di segretezza. Sembra che i potenti del mondo non riescano a capire che più le informazioni girano più l' "organismo uomo" è in grado di evolvere e reagire. Un po' come con i computer, senza open source l'informatica sarebbe ancora appannaggio di pochi "guru" e sicuramente non esisterebbe una risorsa come il web. Senza contare che in questo modo i vari fanatici delle cospirazioni globali avranno di che speculare: il virus è stato forse creato dal governo per scopi militari? è tutta una manovra per della lobby della carne contro quella del pollo? è psicologia inversa, fanno finta di volerlo bloccare perché se ne parli e se ne crei il terrore? è un trucco delle case farmaceutiche per vendere i vaccini a prezzi altissimi... e così via

Come al solito la paura si rivelerà peggiore del male, a quando la prossima psicosi pandemia? Speriamo almeno che abbiano pensato prima di impedire di divulgare la notizia a mettere in sicurezza i laboratori nei quali il virus è stato studiato.


Questo è un post di: .

2 commenti:

  1. Che mondo di merda e poi s'insegna ai bambini di essere buoni, altruisti... la condivisione... Cristo, ma che fine hai fatto... ti uccidono prima ancora di nascere.

    RispondiElimina
  2. La paura in primis ma poi viene l'ignoranza in cui ci tengono costantemente....

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi