mercoledì 16 maggio 2012

Dispari opportunità - la censura colpisce ancora

Forse questo manifesto non lo censurerebbero...
Quanta paura fa un bacio? tanta a quanto pare se basta un bacio tra due ragazzi sul manifesto che pubblicizza la giornata contro l'omofobia (17 maggio 2012) per far scattare la censura.

Non stiamo parlando però di una città leghista ma di Battipaglia con giunta di centrosinistra. Nonostante il voto favorevole della commissione per le pari opportunità, l'amministrazione di centrosinistra ha, infatti, deciso di vietare la pubblicazione di quella foto.

Il manifesto censurato
Pasquale Quaranta, giornalista e commissario della Commissione Pari Opportunità che dopo la censura ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico ci spiega come sono andate le cose:

"Il manifesto sarebbe stato affisso in città per la giornata del 17 maggio,  ma il Comune ha deciso di porre un veto sulla sua stampa per non ledere il rapporto con il partito guida della coalizione, l'Udc... Se la commissione Pari opportunità non ha autonomia decisionale, nonostante nello statuto sia specificato che essa è apolitica e apartitica, a cosa serve il nostro lavoro? Per questo sono convinto di poter continuare la battaglia per i diritti civili altrove con maggiore autonomia e maggiore libertà" (fonte: Repubblica.it)

Che dire ? VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!

Questo è un post di: .

8 commenti:

  1. io consiglierei anche un buon psicoanalista, di quelli bravi, per la giunta e i suoi sostenitori udc

    RispondiElimina
  2. Che tristezza. Mi limito a dire questo.

    (Stemperiamo: carini i giovanotti nella foto, comunque!)

    RispondiElimina
  3. Perchè date notizie fuorvianti? non è che è il comune di centro-sinistra che censura, ma è la mentalità meridionale, che (io lo sono meridionale)credetemi è molto più forte di qualsiasi ideologia politica. La gente al sud non è ancora preparata a questa evoluzione sociale, quindi per non perdere voti il comune di centro-sinistra ha pensato di censurare il maniofesto, altrimenti sarebbe un disastro elettorale. Mica sono scemi o pazzi in quel comune, attenzione prima di dare certi appellativi, bisogna essere del sud per capire certi meccanismi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fidati, questi meccanismi li capiamo benissimo, non sono meridionali sono italiani.

      Nell'articolo è scritto che è stato fatto per non scontentare l'UDC ma questo non toglie che certi meccanismi e coloro che vi si assoggettano, siano semplicemente da disprezzare, ancor di più dovrebbero esserlo per uno del sud.

      Elimina
  4. penso che la Giunta abbia fatto benissimo:bisogna rispettare le scelte dei gay come di tutti,ma basta alle esibizioni,non sono necessarie,infatti i nostri giovani sono gia' abbastanza confusi e disorientati,non e' necessario confonderli ancora di piu',spacciando per normale cio' ke normale non e'.Penso ke ognuno e' libero di fare cio' ke vuole,ma non deve imporlo agli altri,lo faccia a casa sua....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a parte che non c'è nulla da confondere... ripeto sempre che se non sei gay/bisex non ti piace fartelo stantuffare nel baugigi (chi coglie le due citazioni?) ... ma possibile che nessuno abbia il coraggio di affermare cose del genere firmandosi ? sempre anonimi...

      Elimina
    2. Come ogni blog che si rispetti anche te hai i tuoi troll.:)))

      Elimina
  5. Questi sono i risultati di questa politica e di queste alleanze assurde, non si può fare politica con i voti di schieramenti che la pensano in maniera diversa su alcune cose e uguale su altre a meno di non farlo con il potere del denaro.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi